I consigli per brillare su 1ClickDonation

citroen-berlingoRiparte la solidarietà: vista la grande partecipazione, Citroën ha deciso di mettere in palio anche una CITROËN Berlingo fra le associazioni che si sono classificate oltre il 4° posto. Come si fa a fare un altro bel gesto? Sempre donando 1Click all’Organizzazione preferita dal 12 settembre al 18 novembre. Prendete appunti, qui vi diamo qualche dritta su come vincere!

La prima parte della gara solidale si è conclusa il 26 agosto: la Rete ha deciso. Per questo l’8 settembre Citroën consegnerà una CITROËN Grand C4 Picasso alle associazioni preferite dalla Rete . Grazie ai click di quasi 146.000 persone che hanno voluto cliccare a fin di bene. Anche d’estate. A partire quindi dal 12 settembre la seconda fase permetterà di assegnare un CITROËN Jumpy a una delle cinque organizzazioni scelte da Citroën e dagli utenti nella prima fase.

La competizione è durata poco più di un mese e alcune organizzazioni si sono ingegnate per farsi votare. Abbiamo raccolto, in pochi punti, quelle che ci sono sembrate delle strategie molto brillanti per farsi conoscere e cliccare. Vediamole insieme e poi scegliete il vostro modo: la gara è ancora aperta.

1- Diffondere la vostra causa

Le associazioni e le persone sono state i veri protagonisti di questo processo di decisione. Sulla piattaforma abbiamo pensato di mettere a disposizione delle associazioni, ma anche delle persone comuni, degli strumenti che aiutano a raccogliere click. Il kit – scaricabile da qui è composto da tre video, di cui uno è un tutorial, il logo in alta risoluzione e numerosi banner da inserire… ovunque! In più sono a disposizione messaggi già pronti per Twitter, facebook e la possibilità di inviare mail automatiche che raccontano il progetto in questo modo: Ciao, [il vostro nome] ti invita a scegliere 2 organizzazioni no profit da coinvolgere nella prima donazione di 1CLICKDONATION, la nuova piattaforma online per “donare con un click”, Partecipa anche tu a questa grande iniziativa di solidarietà, visita il sito www.1clickdonation.com oppure vai alla pagina http://www.facebook.com/Citroen A presto e grazie per l’aiuto! 
Cordialmente,
 CITROËN Italia Per diffondere la notizia, una piccola idea è quella di creare un mini-piano di digital PR: scrivete tutte le persone che conoscete in Rete, o meglio, scrivete a tutti coloro che hanno un blog chiedendo di parlare di voi e di spiegare come si vota per la vostra causa. Anche a giornali online: è quello che ha fatto informare per resistere con Articolo21, una testata online!

2 – Create comunità

Le organizzazioni hanno una rete di contatti, di persone spesso potente e molto vasta. L’importante è smuovere gli animi: create momenti di incontro allegri e invitanti dove chiedere alle persone di votare (magari mettendo a disposizione qualche computer) e parlare dei progetti. Qualcuno lo ha fatto anche nel web creando dei gruppi e stimolando le persone a votare. E un evento online?

3- Trovate un testimonial

Come nelle migliori campagne, è necessario che un trascinatore prenda a cuore la vostra causa e si faccia promotore: è il caso di “SOS Villaggi dei Bambini” che è stata sostenuta da La Pina. La sua pagina personale ha oltre 214.000 fan e molti messaggi che invitano a votare su 1ClickDonation; uno di questi recita “oh vi ricordate il click per accedere alla gara di assegnazione di un auto citroen al villaggio che accoglie ragazzini in difficoltà con cui collaboro? ecco eravamo primi in classifica e ora ci hanno superato… non esiste proprio… postate come furie e scegliete SOS VILLAGGI DEI BAMBINI http://www.1clickdonation.it/gallery.php facciamogli vedere chi cazzo siamo… grazie”. E subito centinaia di commenti e Like a testimoniare il click. Che forza!

4- Non solo italiano

Le associazioni hanno parlato di 1ClickDonation nei loro blog per esortare il più possibile a partecipare. Il blog della comunità missionaria di Villaregia ha parlato dell’iniziativa anche in inglese (be’ essendo missionari un sacco di persone in italiano non avrebbero capito: ottima mossa!). E infatti il gruppo ha vinto e ringrazia i suoi 13.502 “fan”. Parlare in lingue diverse paga: su Facebook, la pagina dell’iniziativa 1ClickDonation, ha visto accessi per lo più dall’Italia, ma a seguire ci sono: Brasile, Perù, Costa d’Avorio. Sulla pagina Facebook poi sono arrivati commenti in francese. Boris Konan scrive: “merci pour la possibilité que vous donnez à la CO.MI.VI.S de pouvoir obtenir un véhicule pour les aider dans leurs déplacements afin de la bonne exécution de leurs engagements envers les plus démunis.”

5- Hey, come va?

Entusiasmare le persone è fondamentale, perché l’aiuto è questione di empatia. “Sentirsi come l’altro” è una capacità che permette di scatenare il bisogno di sentirsi utili e dunque di aiutare. Questo avviene raccontando alle persone quello che si fa o anche solo, come si evolve la raccolta di “Mi Piace”. Lo ha fatto Banco alimentare, che ha guadagnato un dignitosissimo quarto posto (e tanta awareness) nella classifica finale. Nel blog del sito dell’associazione un post racconta l’evoluzione dei voti e il tutto è condito da un professionalissimo grafico: complimenti!

6- Creare, distorcere, adattare

Il web ce lo ha insegnato: le immagini, i loghi e tutto il materiale che si trova in Rete diventa modificabile e può adattarsi alla nostra causa. Alcuni hanno utilizzato in questo modo il materiale messo a disposizione, ad esempio modificando un’immagine. Mantenendo la grafica di base di 1clickdonation, il grafico ha innestato il logo dell’associazione. Un grande assente è stato forse il video: in Rete non ci è parso di trovare video creati dalle associazioni in gara: un peccato! I video sono materiali molto appetitosi per chi naviga.